AlmaNews
AlmaNews
Laurea hc Madres de la Plaza de Mayo

Madri Plaza de Mayo
Conferimento della laurea hc (2,30min):
   Video MPG (23mb)
   Video WindowsMedia
   Video RealVideo

H.M.Pastor de Bonafini
Discorso dottorale (13 min):
   Video WindowsMedia
   Video RealVideo

E' stata la prima laurea collettiva che l'Universita' di Bologna ha conferito. Ed e' probabilmente la prima durante la quale anche chi la consegna si emoziona. Letizia Bianchi, la docente dell'Ateneo di Bologna che ha proposto la laurea honoris causa in Pedagogia per le "Madres de la Plaza de Mayo" mentre ha letto la laudatio, in un'Aula Magna gremita, non ha trattenuto un tremito nella voce. Sembrava un gioco di parole, lo ha sottolineato anche il Rettore Pier Ugo Calzolari, che l'Alma Mater abbia dato il suo riconoscimento a un gruppo di mamme la cui anima e' appunto prima di tutto "l'anima di una madre". Ognuna di loro, ci tengono a ricordarlo, ha 30 mila figli, tutti i desaparecidos dell'Argentina.
Dal 1977 ogni giovedi' scendono in Plaza de Mayo una delle piu' importanti di Buenos Aires (dove ha sede il Governo) per ricordare i lori figli e tutti coloro che gli uomini della dittatura militare catturarono e fecero sparire.

Oggi e' difficile, ma non quanto al tempo delle dittatura, quando venivano picchiate, arrestate in tre casi rapite. Ogni frase, ogni citazione delle frasi delle madres e' stata interrotta da applausi. Due sono stati interminabili: uno quando la presidente dell'associazione, Hebe Maria Pastor de Bonafini entrata con il corteo accademico. Un altro, che durato qualche minuto, quando Hebe stava per iniziare il suo discorso, dopo che gli accademici hanno parlato a lungo.
Lei, al contrario, ha parlato poco. All'inizio sembrava non poter trattenere le lacrime ma poi, coi suoi 79 anni, di cui 30 passati in lotta, Hebe andata avanti con voce ferma.

Hebe Maria Pastor de Bonafini e' stata la sola a sedere accanto al Rettore al tavolo degli accademici, ma alla sua destra, in prima fila, c'era altre tre "madres" riconoscibili perche' indossavano l'inseparabile fazzoletto di mussola bianca.


Madri Plaza de Mayo
Prof. L.Bianchi (18min):
   Video WindowsMedia
   Video RealVideo

Prof. L.Guerra
Proposta di conferimento della laurea (4 min):
   Video WindowsMedia
   Video RealVideo

Hebe Maria ha iniziato a parlare cos: "La lotta individuale non serve, ce ne siamo rese conto, ecco perche' siamo state insieme ogni ora, ogni giorno, ogni settimana. E' bello avere 30 mila figli ed e' bello che ogni figlio abbia tante madri".
Le mamme hanno dagli 80 ai 93 anni, "ma finche' che ce sara' una speranza continueremo a marciare in piazza, faremo la rivoluzione per il lavoro, per i giovani". E non accetteranno soldi come risarcimento dallo Stato, "perche' non si puo' riparare con il denaro, quello che dobbiamo riparare con la giustizia". La presidente delle "madres", che non ha letto alcun discorso ma ha parlato a braccio, ha corretto e sollecitato anche l'interprete quando ha dimenticato di tradurre qualche parola. E poi ha concluso: "Ora vorrei dialogare coi miei 30 mila figli" ai quali ha dedicato la laurea con una frase: "Non sara' mai inutile il sangue versato, servira' per liberare questa America Latina abbandonata a se' stessa".
Gli applausi hanno soffocato la voce dell'interprete, la gente aveva gia' capito.



Home Page Home
Page
AlmaNewsAlmaNews