AlmaNews
AlmaNews
Goncz
Goncz
Arpad Goncz

Il 21 febbraio 1998 viene conferita a Bologna, su proposta del Consiglio di Facoltà del DAMS, la Laurea honoris causa, al Prof. Árpád Göncz, Presidente della Repubblica d'Ungheria.
Laureatosi nel 1944 in Giurisprudenza, nel 1957 venne incarcerato e condannato all'ergastolo per il ruolo che assunto nella rivoluzione del '56. Rimase in carcere per sei anni, fino al 1963, quando uscì in seguito ad un'amnistia. Lì studiò l'inglese e diventò il traduttore di memoriali della seconda guerra mondiale e di saggi politici.

Bandiera della
 Repubblica d'Ungheria

Dopo il romanzo Sarusok (Gli uomini che calzano sandali) ha dedicato la sua attività letteraria soprattutto al teatro ed alla traduzione di testi di Faulkner, Sontag, Updike.

Personaggio di cultura e di lettere, è stato docente di Teoria della Traduzione, Presidente del Sindacato degli Scrittori, quindi della Federazione Ungherese degli Scrittori; nel 1990 è stato eletto Presidente della Repubblica d'Ungheria.

Aula dello Stabat Mater
  L'aula dello Stabat Mater
   Video MPEG 15,9 MB / 1,69 MB

Dalla lezione del Prof. Goncz:

" Mi è particolarmente gradito il fatto che l'Università di Bologna abbia onorato, con questo titolo, la mia attività di scrittore, infatti ho l'impressione che la globalità delle mie esperienze abbia trovato giusta espressione proprio nei miei scritti."

Backstage
  La vestizione nel Teatro Anatomico
   Video MPEG 11,2 MB / 1,20 MB

"È stato il teatro ad insegnarmi che il gioco è la cosa più seria del mondo ed in fondo il gioco è la vita stessa, se non altro, per il fatto che ad un certo punto anch'esso giunge, impietosamente, alla fine. Ed il palcoscenico, poi, è la vita stessa."

"Ho avuto la possibilità di incontrare esempi di eroismo, ho avuto la possibilità di incontrare esempi di viltà, degli eroi veri e propri, grandi esempi di umanità. Una cosa la storia mi ha sicuramente impresso, in maniera indelebile: se uno vuole convivere in pace con la propria coscienza, deve stare sempre dalla parte della persona umana, dalla parte dell'umanità."

La lezione
  La lezione
   Video MPEG 5,90 MB / 592 Kb

"Perché viviamo dei tempi molto particolari, il mondo si globalizza, sopra di noi ululano i venti del futuro e noi ne intuiamo anche la direzione.

Dobbiamo quindi essere attenti alla direzione del vento , salvaguardare le nostre tradizioni, i nostri valori, perché questo vento non li disperda. E per riuscirci non basta la propria coscienza, ci vuole anche la saggezza collettiva, una saggezza che uno può imparare soltanto da un popolo e solo se si identifica con i più deboli, solo se si mette con umiltà, a servire coloro che non sono serviti."


La mostra
  L'inaugurazione della mostra
   Video MPEG 32,1 MB / 3,03 MB
   Real Video 3,18 min
Gli antichi Ungari - Nascita di una nazione

Home Page Home
Page
AlmaNewsAlmaNews