AlmaNews
AlmaNews
Futurshow
Futurshow 2999
  Video MPEG 5,95 MB / 654 Kb

L'Alma Mater ha partecipato al Futurshow 1999 presentando nello stand 36 un video con i server dell'Università di Bologna ed una full immersion nel tempo e nella storia, anticipando una parte dei contenuti del museo che sarà approntato per metà settembre in Palazzo Poggi (via Zamboni 33), sede del Rettorato e dei suoi musei "classici".

I server dell'UniBo

In un display scorrevano le immagini delle home page dei principali server dell'Università.

  Abstract della presentazione in PowerPoint
  10,7 MB

Lo stand dell'Universitā di Bologna
  Video MPEG 7,06 MB / 774 Kb

La prima Università in Europa a proporre un museo assolutamente virtuale: l'Ateneo di Bologna, con i suoi novecento anni di storia, ha scelto il linguaggio comunicativo del ventunesimo secolo per presentare al Futurshow il Museo del IX centenario, dove non ci sono collezioni di oggetti, ma informazioni organizzate capaci di sostituirle nell'esperienza del visitatore.
Il Futurshow, luogo per definizione legato alle nuove tecnologie comunicative, è stato la sede ideale per rivivere la storia dell'Università come una storia di idee e di valori immateriali significativamente rappresentati, ripercorrendo con immagini, parole, suoni tecnologicamente accostati in sintesi inedite, i suoi nove secoli.

Museo del IX centenario

Una macchina interattiva, quindi, formata da un gioco tridimensionale con nove schermi e visualizzazioni simboliche ha consentito al visitatore di cogliere, nell'arco di pochissimi minuti, il dipanarsi di nove secoli di storia e gli eventi del periodo più recente, grazie all'uso della realtà virtuale.
Sposando le nuove tecnologie della comunicazione con una antica radice del sapere, il Museo ha voluto coniugare la cronaca di pochi anni fa con la storia e con le aspettative che il futuro riserva allšistituzione accademica.


Home Page Home
Page
AlmaNewsAlmaNews