AlmaNews
AlmaNews
Laurea hc a Luca Ronconi
la lezione

Nella carriera di Luca Ronconi, dopo successi internazionali e tanti riconoscimenti, questa volta è arrivata la laurea honoris causa in Lettere (DAMS), la sua prima laurea, ricevuta il 29 aprile nell'aula absidale di Santa Lucia, come riconoscimento ad "uno dei maggiori maestri dell'arte teatrale del '900".

prof. Lamberto Trezzini
  La presentazione del prof. Trezzini
   Video MPEG 8,20 MB / 896 Kb

Nato 66 anni fa a Suza in Tunisia, Ronconi, diplomato all'Accademia di arte drammatica di Roma, ha iniziato la sua carriera come attore.
Fin dalle prime esperienze registiche ha manifestato l'interesse verso il teatro dell'antichitÓ greca e latina. Ma le sue doti di regista sono emerse nel '66 quando, nel tempo lasciato libero dall'allestimento della "Commedia degli straccioni" di Annibal Caro, si è cimentato con la sua prima regia di libero impegno con "Il lunatico" della coppia di drammaturghi elisabettiani Middletone Rowley. GiÓ dal primo giorno i critici inneggiarono alla scoperta di un esponente di punta del nuovo teatro italiano, una scoperta confermata poi e sancita dall'innovativa regia dell'"Orlando Furioso" dove gli spettatori, a causa di molteplici pedane mobili, vagavano per il teatro per seguire l'azione.

La Laurea
  La Laurea
   Video MPEG 8,06 MB / 882 Kb

Il conferimento della laurea honoris causa è per Ronconi l'occasione di tracciare una sorta di resoconto, di bilancio del suo "lungo viaggio attraverso la scena", pur senza ambizione di essere una dichiarazione di poetica o "summa" del pensiero. La lezione dottorale del regista si è concentrata su due filoni, in sintonia con quelli alla base dell'Università stessa: la didattica e la ricerca.
A partire proprio dal tema della didattica, Ronconi ha iniziato con alcune note sul suo impegno, concentrato sulla figura dell'attore.

La lezione
  La lezione dottorale
   Video MPEG 6,22 MB / 684 Kb

La sua ricerca si è sempre mossa su due piani: quella sullo spazio e quella sulla recitazione, partendo da una prima ipotesi centrale: lo spettacolo non è altro che l'analisi e la riproposta dell'atto di creazione del testo.
Ha sviluppato una ricerca artistica tesa ad approfondire la riflessione sull'idea di tradizione scenica e sulla definizione e l'approfondimento della identità nazionale, aprendo così il filone di studio sulla "teatralità" dell'italiano.

I ringraziamenti
  I ringraziamenti
   Video MPEG 9,45 MB / 1 MB

Luca Ronconi è anche grande "maestro": maestro di attori, con grande passione per la didattica teatrale, a partire dai memorabili "Saggi di fine corso" della scuola per attori del Teatro Stabile di Torino, passando per l'esperienza con compagnie miste di allievi e professionisti. Per la prima volta nella sua carriera "didattica" Ronconi ha lavorato con studenti non attori: 50 giovani del Dams dell'Università di Bologna che hanno seguito le sue lezioni.

L'esperienza didattica di Ronconi si intreccia con la ricerca di nuove forme e contenuti dell'esperienza teatrale. Niente sterile precettistica nell'insegnamento di Ronconi, ma "prassi di sperimentazione sul campo, imparare a recitare recitando, possibilmente insieme ad attori più maturi, a beneficio dei giovani e dello stesso teatro".


Home Page Home
Page
AlmaNewsAlmaNews